Ance in incendi di incendi californiani

- Dec 11, 2017-

AGOURA HILLS, California - Dru Jeppe stava lavorando a Onxard, California, nel negozio di Reeds Furniture, giovedì, quando un cliente è venuto a cercare di arredare il suo appartamento temporaneo.

Il cliente aveva appena perso la sua casa per gli incendi che infuriavano nella vicina Ventura. Ha anche perso il suo gatto ombroso che non poteva essere catturato nella fretta di evacuare.

"Potresti sentire il suo dolore", ha detto Jeppe, presidente del rivenditore di due negozi, con una posizione di Oxnard a circa 10 miglia di distanza dall'incendio.

"Ho detto, 'Mi dispiace così tanto,' e ha detto, 'Non stiamo accettando le condoglianze perché non aiuta.' Non lo dimenticherò mai. "

E Jeppe ha detto che sa che ci saranno molte altre storie come questa nelle prossime settimane.

Gli incendi in California, alimentati da forti venti di Santa Ana, hanno ora bruciato più di 100.000 acri nella California del Sud, secondo diversi rapporti e si sono diffusi da Ventura a nord-ovest di parti di Los Angeles e a sud fino a San Diego.

Ma è il Thomas Fire nella contea di Ventura che riguarda soprattutto Jeppe e la sua squadra. Già, lo specialista di Internet di Reeds e un impiegato di magazzino che viveva nell'area furono costretti ad evacuare le loro case, sebbene nessuno dei due abbia ancora perso la proprietà. L'esecutivo di Reed, Dan Brain, dormiva domenica sera senza alcun segno di fuoco nelle vicinanze, quando i venti si sono alzati, l'energia si è spenta e il suo telefono ha iniziato a emettere un segnale acustico di evacuazione.

"Alzò lo sguardo e l'intera collina era in fiamme", ha detto Jeppe. "Al mattino, la metà di Ventura era bruciata", ha stimato.

Eppure i negozi Reeds a Oxnard e Agoura Hills sono rimasti aperti e, finora, sono fuori pericolo, ha detto, anche se il traffico è stato spento per ovvi motivi. La CNN ha riportato che ci sono state oltre 200.000 evacuazioni, oltre 500 strutture distrutte e oltre 25.000 case minacciate dal fuoco.

Jeppe non voleva parlare del business che probabilmente seguirà quando le cose torneranno alla normalità.

"Stiamo solo valutando cosa sta succedendo e quando arriveranno, li aiuteremo uno alla volta", ha detto.

"Avevamo paura che sarebbe finito tutto il weekend, ma in questo momento i venti sono morti, quindi questa è una buona notizia."

Mobili Oggi è in procinto di raggiungere altri negozi che potrebbero essere colpiti dagli incendi. Una portavoce di Ikea, con negozi a Carson, Torrance e San Diego, ha dichiarato in una nota: "I nostri cuori vanno alle molte persone che sono state colpite dagli incendi selvaggi nella California meridionale. Siamo stati in costante contatto con i nostri negozi nell'area per assicurarci che operino in condizioni di sicurezza e che i nostri collaboratori siano al sicuro. Abbiamo anche raggiunto la Croce Rossa per determinare il modo migliore per assistere gli sforzi di soccorso e recupero nell'area. "

Se hai una storia legata al fuoco da raccontare, per favore contatta Clint Engel a Furniture Today.